Itinerari

cOSA VISITare...

itinerari consigliati

Certosa di Padula

La Certosa di San Lorenzo viene fondata nel 1306 grazie a Tommaso Sanseverino conte di Marsico e potente feudatario del Vallo di Diano.
Si estende su una superficie di 52.000 mq, tra i monasteri certosini quello di Padula è il più grande d’Italia, secondo in Europa solo
alla grande Certosa di Grenoble, la casa madre da dove ha avuto origine l’ordine fondato da San Bruno di Colonia.
La regola che osservano i certosini si ispira a quella benedettina “ORA ET LABORA”; regola che influenzerà l’architettura stessa delle Certose. Infatti tutte si dividono in casa bassa e casa alta, per distinguere i diversi ruoli dei monaci; operativo nella prima contemplativo nella seconda.
Dell’originaria costruzione restano le volte della Chiesa ed il bellissimo portone della stessa in cedro del Libano. Le grandi attrattive della Chiesa sono i cori lignei cinquecenteschi realizzati ad intarsio ed intaglio e l’altare maggiore in scagliola e madreperla.
Le cucine sono caratterizzate da una enorme cappa che sovrasta i fuochi ed il bollitore in rame.
Unica la scala elicoidale quattrocentesca, che costituisce l’ingresso alla bibblioteca.
La zona di clausura denota chiare influenze vanvitelliane; comprende uno dei chiostri più grandi d’Europa ed uno scenografico scalone ellittico

Battistero Paleocristiano San Giovanni in Fonte

Detto anche Marcellianum, in onore del Papa Marcello, era un suburbio di Cosilinum (l’antica Padula), attraversato dalla via romana del II sec. a.C. la Regio-Capua, era sede di una delle più importanti fiere dell’Italia Meridionale, Fiera di San Cipriano del IV sec. è uno dei Battisteri Paleocristiani più antico ed uno dei pochi con polla d’acqua sorgiva, dove veniva amministrato il battesimo per immersione totale.

Centro storico di Padula... 3 percorsi

Torna su